10

San Valentino a Roma e dintorni

Sebbene la festa degli innamorati sia alle porte ed ormai non rimanga molto tempo per un weekend romantico oltreconfine, non potete rinunciare alla vostra fugarella a due. Nella capitale e dintorni, ci sono tante idee romantiche per un perfetto ed indimenticabile fine settimana.

San Valentino a Roma e dintorni

il giardino a Villa d’Este, Tivoli

Se volete stare alla larga dai rumori della grande cittá, Tivoli é una destinazione che non delude mai. La tappa obbligata qui é Villa D’Este, capolavoro di architettura Di Pirro Ligorio. I suoi celebri giardini faranno da perfetta cornice alla vostra passeggiata mano nella mano, tra statue, fontane, giochi d’acqua e vista sulla vallata.

Il paesaggio di Villa Gregoriana, patrimonio dell’Unesco, non é di certo da meno. Sconsigliata in caso di pioggia, ma perfetta se la natura vi interessa più dell’architettura. Vale il contrario per Villa Adriana, adatta agli appassionati di architettura classica. Tutto questo camminare vi ha messo fame? Ci sono tantissimi ristoranti lungo il centro storico cittadino, tutti buonissimi. Considerate La Sibilla, costruita sull’acropoli Tiburtina, per una serata davvero speciale. Se invece siete stanchi di girare ed avete bisogno di (altre) coccole, concedetevi un percorso benessere alle Terme di Tivoli.

una fugarella romantica a farfa

Abbazia di Farfa

una fugarella romantica a farfaA meno di un’ora dalla Capitale, la pittoresca Abbazia di Farfa é l’ideale per una giornata campestre. Oltre a visitare la comunitá benedettina, non può mancare una sosta all’erboristeria, dove troverete una varietá di prodotti monastici, cosmetici, liquori e specialitá gastronomiche. A proposito, vi consiglio il ristorante Antica Bottega, o l’agriturismo biologico Ortobio, entrambi perfetti sia per l’ambiente, che per l’eccellente cucina. Se la vostra idea è trascorrere il vostro San Valentino a Roma, i suoi monumenti, la movida e lo shopping non potranno di certo deludervi.

Potete dedicare anche una giornata alla visita dei monumenti più noti. Un itinerario possibile, a patto di avere delle scarpe comode, parte dal Colosseo e passa per Piazza Venezia, snodandosi lungo Via del Corso. Ai suoi lati di questa si trovano Piazza Navona, la Fontana di Trevi e Piazza di Spagna (assieme alle più celebri vie per lo shopping, come via Frattina e via Condotti). Alla fine vi ritroverete in Piazza del Popolo, e da lí potrete andare finalmente a riposarvi su una panchina a Villa Borghese, magari godendovi il magnifico panorama dal Pincio. Ma se il tour de force non fa per voi, ed avete giá visitato i luoghi più noti di Roma, ecco qui di seguito altri suggerimenti che potrebbero fare al caso vostro.

Gli appassionati d’arte potrebbero apprezzare la Roma di Caravaggio. Troverete opere di questo controverso autore in tre Chiese di Roma: San Luigi dei Francesi e la Chiesa di Sant’Agostino (entrambe vicino Piazza Navona), oltre che la chiesa di Santa Maria del Popolo in Piazza del Popolo. Se scegliete questo itinerario, fermatevi a pranzate a Cul De Sac in Piazza Pasquino, ne vale la pena. Vizierete il palato con una completa varietá di salumi provenienti da tutta l’Italia, un’ampia scelta vinicola ed una celestiale crostata di mandorle e arance.

Se vi piace l’idea del panorama romantico invece, la migliore vista di Roma ve la offre Gianicolo, con il vicino Parco Savello – più noto come il Giardino degli Aranci – ed il buco della serratura che spia, perfettamente centrato, il cupolone di San Pietro.

Il miglior gelato in zona é da San Crispino, celebre per i gusti zabaione e pistacchio.

Perché non giurarvi il vostro amore alla Bocca della Veritá? Dopo una visita alla chiesa di Santa Maria in Cosmedin, potete vagabondare per la vicina Trastevere. Qui é d’obbligo cenare in una tipica trattoria romana, per esempio l’Hosteria dei Numeri Primi, che fonde abilmente con grazia tradizione e innovazione.

Ed a proposito della Fontana di Trevi. Sapevate che anticamente le ragazze facevano bere un bicchiere della sua acqua ai fidanzati in partenza? Il bicchiere doveva poi essere rotto, come pegno di fedeltá. Oggi non é consigliabile spargere vetri nella piazza, e nemmeno bere l’acqua della fontana. Però, se stavate pensando che Trevi é troppo turistica per la vostra perfetta foto ricordo di San Valentino… ripensateci!

Sharing is Caring!
Rick
 

Living in the Caput Mundi and trying to decipher Italian culture for the English speaking world.

Click Here to Leave a Comment Below 10 comments
%d bloggers like this: